Recensione Anycubic i3 mega

0
690
recensione-anycubici3mega

Con questo articolo cercheremo di avvicinarvi al mondo della stampa 3D e recensiremo, quella che per noi, potrebbe essere la migliore stampante in rapporto qualità/prezzo.
Quindi se avete un budget limitato ma cercate comunque un prodotto di qualità vi consigliamo di proseguire con la lettura.

La stampa 3D

Per stampa 3D si intende quel processo con cui è possibile realizzare tramite apposite stampanti (che nel nostro caso sono “a deposito”) degli oggetti tridimensionali partendo da un modello 3D elaborato al CAD. In breve si tratta di un piccolo estrusore alimentato da un filamento di materiale plastico come PLA o ABS che, dopo essere stato fuso da una cartuccia riscaldante (Hot-end che letteralmente significa “finale caldo”), viene depositato strato dopo strato (i così detti layer) fino ad ottenere un oggetto solido vero e proprio.

Anycubic i3 Mega

Con un volume di stampa maggiore di 200mm e un prezzo di 370€, non si può desiderare di meglio. Questa stampante cartesiana è veramente robusta, dotata di un touchscreen intuitivo e di un bed riscaldato dotato di un trattamento superficiale per migliorare l’adesione chiamato “Ultrabase”. Vediamo le specifiche tecniche:

  • Tecnologia: FDM (Fused Deposition Modeling) a singolo estrusore
  • Volume di stampa: 210 x 210 x 205 mm
  • Risoluzione: 50 micron
  • Risoluzione dei layer: 0,1-0,4 mm
  • Diametro ugello / filamento: 0,4 mm / 1,75 mm
  • Connettività:  USB o scheda SD
  • Letto riscaldato: sì
  • Velocità di stampa: 20-60 mm / s
  • Velocità di marcia : 60 mm / s
  • Materiali e filamenti supportati: PLA, ABS, HIPS, WOOD, TPU
  • Temperatura massima dell’estrusore: 260 °C
  • Temperatura massima del bed: 100 °C
  • Tensione in ingresso: 110 V / 220 V CA, 50/60 Hz
  • Tensione di lavoro: 12V DC
  • Dimensioni della stampante: 410 x 475 x 458 mm

La confezione

La stampante vi verrà consegnata suddivisa in due pezzi pre-assemblati, quindi vi basterà avvitare il ponte con le guide alla parte inferiore tramite le apposite chiavi esagonali e collegare i connettori suddivisi in vari colori per facilitare il montaggio. Nella confezione oltre ai vari utensili necessari per il montaggio, troverete un set di strumenti utili per la stampa come una spatola, una tronchese, una pinza, un hot-end di ricambio completo, un cavo USB nel caso in cui decidiate di stampare direttamente dal pc (scelta sconsigliata), una scheda SD con apposito adattatore e infine un rotolo di PLA.

particolare-connettori
Particolare dei connettori

La prima stampa

Come prima prova abbiamo deciso di stampare questo modello abbastanza complesso, in modo tale da poter testare la stampante al limite del suo potenziale. Per la nostra prova abbiamo utilizzato un filamento di PLA della SUNLU e i seguenti settaggi in CURA (Di questo ne parleremo nel prossimo articolo):

Impostazioni dello slicer
Impostazioni dello slicer

La stampante si comporta abbastanza bene, il modello risulta molto preciso in tutti i layer (che in questo caso erano impostati ad un altezza di 0,2mm) anche durante le fasi di ritrazione che in questo caso sono veramente tante. L’unico problema che abbiamo riscontrato è l’estrema rigidità della molla dell’estrusore che tende a consumare letteralmente il filo di alcuni filamenti più deboli come il WOOD.

Modello stampato in PLA
Modello stampato in PLA

Dopo aver stampato per diverse ore, ci siamo accorti che la temperatura dell’estrusore è diminuita drasticamente nelle ultime fasi di stampa se non addirittura il totale arresto della stampa causato da un cattivo cablaggio all’interno. Così dopo aver risistemato le connessioni abbiamo deciso di fare un piccolo upgrade, a parer nostro essenziale per questa stampante come il convogliatore d’aria circolare e un estrusore per filamenti più morbidi.

upgradeanycubic
Upgrade convogliatore ed estrusore

Conslusioni

A nostro parere questa stampante non ha nulla da invidiare a quelle di fascia più alta. Il trattamento del bed è una vera chicca e vi permetterà, una volta che il modello si raffreddi di rimuoverlo con facilità senza l’ausilio di spatola, nastri e quant’altro. Le interruzioni di corrente non sono un problema in quanto dotata di una funzione per riprendere la stampa. L’unico difetto che abbiamo notato è il cattivo serraggio dei connettori interni in fase di assemblaggio ma nulla che non si possa risolvere con un pò di manualità. Il bed tende con il tempo a diventare leggermente concavo causa la natura dei materiali di cui è composto (vetro e alluminio). Per il resto ci sentiamo di consigliarvi questa stampante se non avete voglia di acquistarne una in kit da assemblare ma volete partire direttamente con la vostra prima stampa!

E’ possibile acquistarla su Amazon al prezzo di 370€